Lo spostamento dei tubi di due condomìni parziali

LA DOMANDA Abito in un fabbricato con 16 condòmini, diviso in due scale (A e B), ognuna col proprio codice fiscale. Il fabbricato ha in comune l’impianto idrico posto sul retro dello stabile, collegato al contatore generale (all’interno della scala A) con tubazioni in acciaio poste sottosuolo. I tubi arrugginiti vanno sostituiti, perché creano problemi di umidità ai locali del piano terra, ma non possono essere riposti nello stesso punto. Alcuni condòmini vorrebbero che la nuova tubazione fosse posizionata lungo il muro esterno dello stabile, altri lungo la parete dell’androne della scala A, ove è posto il contatore dell’acqua. In questa seconda ipotesi, gradirei sapere se a deliberare sono chiamati tutti e 16 condòmini, o solo quelli della scala A, e con quali maggioranze. Il passaggio dei tubi lungo la parete della scala A non causa una servitù di passaggio in favore dei condòmini della scala B, per la quale c'è bisogno dell’unanimità dei condòmini della scala A?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?