Assunzioni obbligatorie anche per i figli di caduti sul lavoro

LA DOMANDA Una cinquantenne disoccupata - a seguito di informazioni ricevute presso un centro per l'impiego - ritiene che, in base all'articolo 3 della legge 244/2007, il trattamento normativo di assunzione delle vittime del terrorismo ex articolo 1, comma 2, della legge 407/1998 si applichi anche agli orfani e caduti sul lavoro, come lei risulta essere. Ritiene, inoltre, di avere la precedenza in base alla legge 165/2001, articolo 35, comma 2, «riguardo le assunzioni obbligatorie che danno diritto alla chiamata diretta nominativa». Tanto premesso, la signora lamenta a tutt'oggi l'assenza di qualsiasi chance lavorativa: in che modo può verificare la regolarità delle procedure di assegnazione di posti di lavoro che potrebbero riguardarla? E come può difendersi da eventuali irregolarità perpetrate ai suoi danni?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?