Ascensore nuovo: ripartizione per millesimi tra chi partecipa

LA DOMANDA Alcuni condòmini della scala in cui abita mia figlia hanno approvato mesi fa, in assemblea condominiale, la realizzazione di un ascensore/elevatore, che comporta lo spostamento parziale della scala a piano terra e della rampa delle cantine. Alla realizzazione di tale impianto partecipa una minoranza di condòmini. Sulla ripartizione delle spese siamo giunti allo scontro. L'amministratore condominiale ha proposto solo un esempio di ripartizione, partendo dai millesimi indicati dalla tabella delle scale, nonostante l’ascensore non raggiunga il piano cantine, proprietà solo di alcuni. L’assemblea degli aderenti condivide comunque quanto proposto dall’amministratore.In pratica, né l’articolo 1120 né il 1124 del Codice civile sono applicati, perché l’amministratore sostiene (con avvallo dell’intera assemblea): 50% in base ai millesimi di proprietà delle scale e 50% in base all’altezza del piano (nonostante in cantina l’ascensore non arrivi e il piano cantine non sia di proprietà comune). Qual è la soluzione?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?