Il costo delle prestazioni di architetti e ingegneri

LA DOMANDA Il condominio ha deliberato la ristrutturazione dell'edificio e di dare l'incarico a un architetto per la progettazione del computo metrico. A distanza di mesi, l'architetto non si è ancora presentato ai condòmini, e ciò fa pensare che si presenterà solo a cose fatte e con la richiesta di pagamento per il suo lavoro. Prima di accettare l'incarico, l'architetto ha il dovere e l'obbligo di comunicare ai condòmini il costo del suo lavoro? Se chiedesse una cifra esagerata, cosa potrebbe fare il condominio per tutelarsi? Per questo tipo di lavoro, c'è qualche tabella prezzi a cui tutti gli architetti devono attenersi, e che i committenti possono consultare?.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?