Passaggio dei cavi nel cavedio senza il sì dell'assemblea

LA DOMANDA Un condomino, avendo frazionato l'unità immobiliare in mini-alloggi, ha chiesto al condominio di essere autorizzato ad utilizzare il cavedio delle ex-pattumiere per il passaggio di cavi elettrici; in cambio di tale possibilità, egli sarebbe disponibile a sostituire l'impianto citofonico esistente (ad esclusione delle apparecchiature interne private), assumendone la relativa spesa per 80% (il 20% rimarrebbe a carico degli altri condomini). Poiché il caso di specie sembrerebbe configurare la concessione di servitù condominiale, vorrei sapere se basta una delibera assembleare assunta con le maggioranze di rito oppure sia necessario il consenso di tutti gli altri condòmini.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?