Se non c'è addebito il coniuge separato è erede legittimo

LA DOMANDA Due coniugi con due figli, a seguito della sentenza di separazione, vivono in abitazioni diverse. Nell'atto hanno evidenziato di possedere sufficienti cespiti patrimoniali e altri redditi e hanno rinunciato reciprocamente ad assegni alimentari o di mantenimento, dandosi atto di avere risolto tra loro ogni rapporto patrimoniale. Uno dei due coniugi, tuttavia, prima di morire confida a un figlio di aver scritto un testamento esprimendo le sue volontà lasciando tutto ai figli senza evidenziare la moglie. La superstite ha diritto ha alla legittima e a quote patrimoniali, indipendente dalla reversibilità?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?