Morosità, decreto ingiuntivo e ruolo dell'amministratore

LA DOMANDA L’amministratore, non avendo alcuna intenzione di pretendere il saldo delle spese d’appalto, come suo dovere, per decreto ingiuntivo, in quanto "bloccato" da alcuni condòmini per non aver egli posto ad approvazione dell’assemblea il relativo quadro di determinazione e ripartizione costi tra i condòmini, ha preferito, anziché metterlo a norma, provocare il sollecito di saldo per decreto ingiuntivo fatto direttamente dall’appaltatore al condominio. Vorrei conoscere le conseguenze derivanti da tale comportamento dell’amministratore e le modalità per porvi urgente rimedio.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?