Ritenute Enasarco assegnate ai soci con la quota di utile

LA DOMANDA Una società di persona in regime ordinario svolge attività di agente di commercio. Emette fattura all'impresa madre con Iva per le provvigioni maturate. Il totale fatturato viene pagato decurtando la ritenuta sulle provvigioni e la quota di Enasarco a carico dell'agente (società di persona in questione). Tali ritenute in sede di bilancio vengono assegnate ai soci insieme alla quota di utile, e quindi viene rilevato come scrittura: utile a ritenute a soci. Invece, il contributo Ensarco rilevato in contabilità tra l'attivo viene sempre incrementato e non chiuso di anno in anno? Qual è l'esatta destinazione contabile come scrittura di tale contributo Enasarco che la società di persone subisce dall'impresa madre?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?