L'appalto pubblico e l'avviso ai creditori

LA DOMANDA In un Comune con meno di 3mila abitanti, un'impresa, a seguito di aggiudicazione di un appalto, ha terminato i lavori assegnati. Non è dato a sapere se vi è stato il certificato di collaudo, ma l'avviso ai creditori da parte del Comune non è stato ancora emesso (Dpr 207 del 2010, articolo 218; e articolo 189, Dpr 554/1999). Da parte privata confinante con l'opera pubblica, si è riscontrato un difetto di esecuzione nell'opera stessa: difetto che in futuro potrebbe essere causa di danni a terzi. Nel sopracitato avviso ai creditori, potrebbe "ricadere" tale difetto di esecuzione?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?