Cambio della disposizione degli ambienti: basta la Cila

LA DOMANDA Un condomino ha ristrutturato il suo appartamento apportando diverse modifiche alla disposizione dei locali quali lo spostamento della cucina nel soggiorno e la creazione del secondo bagno nel ripostiglio, tali da rendere necessaria la posa nel pavimento di estese tubazioni gas-acqua di collegamento con le colonne di carico/scarico condominiali esistenti. Così facendo ha esposto l'appartamento sottostante a rischi di infiltrazione dal soffitto per eventuali perdite nei condotti fognario e gassoso posati.Il proprietario poteva eseguire tali interventi? E quali permessi sono necessari per procedere con tali modifiche strutturali dell'appartamento, anche a tutela della sicurezza e ai fini igienico-sanitari?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?