Ripartizione proporzionale per il rifacimento facciata

LA DOMANDA Sono proprietario di un appartamento sito al terzo e ultimo piano di un immobile di 11 appartamenti, nel quale il costruttore ha a suo tempo realizzato al primo piano i balconi aggettanti in muratura.È nostra intenzione eseguire lavori di tinteggiatura facciate, frontalini, balconi, mantovane, fioriere, colonne e perlinatura.Durante l'assemblea condominiale, l'amministratore, interpellato in merito alla ripartizione delle spese di tinteggiatura e ponteggio, sosteneva che non vi è un articolo del Codice civile o un'altra disposizione che definisca con precisione la ripartizione dei costi e invitava i condòmini a trovare un comune accordo.Chiedo se è corretto quanto asserito dall'amministratore e come, in caso di risposta negativa, deve avvenire la ripartizione dei costi.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?