Acquisto di un locale comune con ricalcolo dei millesimi

LA DOMANDA In un condominio in forma di cooperativa, dopo 25 anni, il tribunale mette all'asta un locale condominiale di 30 metri quadrati, che era adibito a sala riunioni e non si era mai visto attribuire millesimi.Il locale viene comprato da una signora che intende trasformare la destinazione d'uso. I condòmini non vogliono autorizzarla e nemmeno riconoscerla come condomina, in virtù dell'assenza di millesimi stabilita in origine.E corretto l'atteggiamento dei condòmini? Ed eventualmente i millesimi chi li dovrebbe ricalcolare?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?