Tributario

Afffitti: registrare in ritardo la risoluzione del contratto costa salato

di Cristiano Dell’Oste e Giorgio Gavelli

Registrare in ritardo la risoluzione del contratto di locazione può avere conseguenze pesanti a livello fiscale. L’ha sperimentato a proprie spese un contribuente che è stato condannato a pagare l’imposta di registro dalla Ctp di Milano (sentenza 1467/3/2018, presidente Locatelli, relatore Chiametti), anche per le mensilità in cui l’immobile era stato riconsegnato dall’inquilino. La controversia Il caso riguarda un contratto di locazione tra una persona fisica e una società (formula «6+6»), registrato il 28 maggio 2008. ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?