Tributario

Permute a catena con prelievo ordinario

di Angelo Busani

Anche la permuta “a catena” deve essere tassata, ai fini dell'imposta di registro, come una permuta “ordinaria”, vale a dire pagando l’imposta di maggiore entità tra quelle astrattamente applicabili ai trasferimenti di cui la permuta si “compone”. Lo decide la Ctp di Pesaro nella sentenza 236/1/2018, del 28 marzo scorso (presidente e relatore Fanuli), priva di precedenti editi. La permuta ordinaria Esemplificando, la permuta “ordinaria” è quella che si ha nel caso in cui Tizio trasferisce a ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?