Tributario

Nullo l’atto di accertamento se il Fisco non valuta le memorie

di Laura Ambrosi

Accertamento nullo se l’Agenzia non ha valutato le memorie presentate dal contribuente dopo la redazione del Pvc, in quanto vi è l’omissione di un preciso adempimento fissato per legge. A fornire questa interpretazione è la Corte di cassazione con l’ordinanza nr. 17210 depositata ieri. Un contribuente presentava delle memorie a seguito di un Pvc relativo a violazioni Irpef. Successivamente riceveva l’avviso di accertamento per il quale il contribuente richiedeva l’annullamento alla Ctp, eccependo che l’Agenzia avesse completamente ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?