Tributario

La memoria viene ignorata ma l’accertamento è valido

di Laura Ambrosi

È valido l’accertamento che non valuta la memoria presentata dal contribuente nei 60 giorni dal termine della verifica. Questa omissione, sebbene costituisca un adempimento obbligatorio, non è causa di nullità prevista per legge. A fornire questa interpretazione è la Corte di cassazione con la sentenza 1778 depositata ieri. A seguito di una verifica fiscale, una società presentava delle memorie per contestare il contenuto del Pvc. In proposito, l’articolo 12 comma 7 dello statuto del contribuente ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?