Tributario

Azienda con avviamento escluso: non c’è plusvalenza in caso di eredità

di Alessandro Borgoglio

Un rilevante valore di avviamento, escluso da ammortamento, non fa scattare la plusvalenza sul trasferimento d’azienda. Il caso è quello del passaggio mortis causa di un’azienda dal padre al figlio. In particolare, secondo la Ctr Bologna (sentenza 2061/8/2018, presidente e relatore Alessandrini), l’inserimento ex novo di un cospicuo valore d’avviamento nel bilancio della ditta individuale “trasferita” non fa venire meno il regime di neutralità fiscale (valori contabili invariati), a patto che tale avviamento sia escluso da ammortamento. ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?