Tributario

Dai giudici di merito un altro stop all’Agenzia che utilizza legali esterni

di Rosanna Acierno

In mancanza di una specifica delibera motivata da sottoporre agli organi di vigilanza, è inammissibile l’appello proposto dall’agenzia delle Entrate conferendo procura a un difensore del libero foro. Infatti, a seguito delle modifiche introdotte con il Dlgs 156/2015 agli articoli 11 e 12 del Dlgs 546/92 in materia di contenzioso tributario, l’agente della riscossione non può più difendersi attraverso dei legali esterni, ma deve essere necessariamente difeso da propri dipendenti. Sono queste le lapidarie conclusioni cui è giunta la ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?