Tributario

La verifica a tavolino si concretizza in accertamento induttivo senza obbligo dei 60 giorni

Giampaolo Piagnerelli

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Nell'accertamento a tavolino considerato come verifica induttiva l'Agenzia delle entrate può non rispettare il termine dilatorio dei 60 giorni, scaduto il quale può inviare il pvc. Lo precisa la Cassazione con l'ordinanza n. 9987/2020. La decisione nel merito - In particolare la Ctr aveva ritenuto l'avviso di accertamento nullo perché notificato prima della scadenza del termine dilatorio di 60 giorni (ex articolo 12, comma 7, legge 212/2000), ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?