Civile

Il notaio diligente deve valutare solo i rischi contingenti

di Patrizia Maciocchi

Non rientra nella normale diligenza richiesta al notaio l’obbligo di ipotizzare al compratore di un bene oggetto di successione un’azione per falsificazione del testamento da parte dell'erede escluso. La Cassazione (ordinanza 20297 del 26 luglio 2019) sgombra il campo dal dubbio che il professionista sia tenuto a prefigurare futuri scenari di rischio anche quando non siano a questa direttamente collegati alla trascrizione. Un dovere a 360 gradi affermato invece dalla Corte d’appello, che aveva ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?