«ALIMENTI», NESSUN OBBLIGO A CARICO DI ZII E CUGINI

LA DOMANDA Un uomo di 58 anni, non coniugato e orfano, senza lavoro, si trova privo di mezzi di sostentamento perché ha dissipato le notevoli risorse lasciategli dai propri genitori. Gli resta solo una casa di proprietà. Una scelta di vita da parte sua (non avere impegni e responsabilità) ha determinato una situazione economica talmente pesante da fargli subire, tra l'altro, il distacco di tutte le utenze domestiche. Gli zii e i cugini di questo soggetto hanno l'obbligo di assisterlo economicamente? Quale ruolo sono eventualmente tenuti a svolgere, in un caso come questo, i servizi sociali del Comune di residenza e le altre autorità?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?