LA GESTIONE DELLE QUOTE CON CLAUSOLE DI «EARN OUT»

LA DOMANDA Nella compravendita di quote di partecipazione societarie è prassi prevedere clausole di "earn out", ovvero clausole che prevedono il riconoscimento (e il pagamento) di una parte del prezzo solo alla realizzazione di determinate performance. Qualora il prezzo sia pagato per la parte fissa nel 2018 (ad esempio, mille euro) e per la parte variabile nel 2019 (500 euro), come è possibile contrapporre al corrispettivo il valore rivalutato al 1° gennaio 2018 (nel caso, 1.500 euro)?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?