DENUNCIA DI «DANNO TEMUTO» PER PROPRIETÀ IN PERICOLO

LA DOMANDA Siamo sette cugini e siamo coeredi di un caseggiato di campagna. La mia quota di comproprietà è pari a 1/6. Una parte del caseggiato è adibita a residenza/dimora da un cugino, che detiene una quota di comproprietà di un terzo. Il caseggiato è provvisto di un pozzo nero, non a norma, che sospetto disperda nell'ex vano grotta sottostante il caseggiato. Tale vano, purtroppo, non più ispezionabile in quanto il cugino residente ha murato la porta e, con una soletta di cemento, anche il vano scala. Personalmente vorrei allacciarmi alla fogna pubblica, che arriva nel piazzale del caseggiato, ma gli altri comproprietari non ne vogliono sapere. In proposito, ho mandato loro una raccomandata che, tuttavia, è stata ignorata. Quale azione potrei intraprendere per non incappare in sanzioni in caso di ispezioni? Posso denunciare gli altri comproprietari che non ne vogliono sapere di allacciarsi alla pubblica fognatura? Vorrei tutelarmi e limitare le mie responsabilità.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?