DIVISIONE IMMOBILIARE: EFFETTI DALL'ATTO NOTARILE

LA DOMANDA Il verbale di conciliazione per una divisione immobiliare riporta: «Le parti si impegnano a procedere alla divisione come sopra stabilito mediante atto notarile incaricando sin d'ora il notaio (...). Le parti dichiarano pertanto che con la sottoscrizione del presente verbale di conciliazione la divisione è definita e conclusa, salvo gli atti di legge necessari». Il notaio ci ha detto che gli effetti attivi e positivi avranno decorrenza dalla data degli atti notarili, mentre la controparte dice che la decorrenza è dalla data in cui è stata firmata la conciliazione. Qual è la giusta interpretazione?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?