PEREQUAZIONE, IN PUGLIA IL COMUNE DECIDE SU AMBITI

LA DOMANDA Un Comune può espropriare, con le innovative tecniche di perequazione/compensazione, un ottocentesco edificio rustico (vincolato dal piano territoriale provinciale) che insiste in un parco archeologico e ambientale? Le stesse metodiche espropriative possono essere applicate sul vicino ettaro e mezzo di terreno vallivo non agricolo - in quanto la sua vegetazione arbustiva è vincolata dal piano paesaggistico territoriale della regione Puglia, all'articolo 59.3 - ovvero se gli espropri dei rustici in simili aree paesaggistiche devono obbligatoriamente avvenire solo seguendo la tradizionale normativa sugli espropri, ex Dpr 327/2001?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?