Segnalazioni, non è assicurato l'anonimato del mittente

LA DOMANDA Nei mesi estivi, nel mio condominio, si verificano una serie di problemi tra cui quello di alcuni condòmini che non rispettano l'orario del silenzio nel giardino condominiale. Ho segnalato il problema all'amministratore che mi ha risposto di poter solo fare una lettera di richiamo ai condòmini, indicando la lamentela sollevata da me. Ai fini della privacy non ho autorizzato a scrivere nella circolare i miei dati personali, ma l'amministratore in assenza di tale autorizzazione non vuole procedere con la lettera di richiamo. È corretta questa procedura? Egli non dovrebbe intervenire con maggiore prontezza e in modo più incisivo?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?