Civile

Rinnovazione consulenza tecnica d'ufficio, se motivata non sindacabile in Cassazione

di Marco Rossi

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

La rinnovazione della consulenza tecnica d'ufficio è una facoltà discrezionale del giudice di merito (sulla base dell'art. 196 del c.p.c.) non sindacabile nel giudizio di legittimità e gli eventuali vizi di nullità dell'ordinanza con la quale viene disposta debbono essere fatti valere nell'udienza immediatamente successiva. Inoltre, una volta rinnovata la consulenza tecnica d'ufficio, le conclusioni a cui sono giunti i Ctu che si sono succeduti nel giudizio, laddove non incompatibili, possono essere entrambe utilizzate ai fini della formazione del ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?