Civile

Festa in classe, no al risarcimento per insegnate colpita dal tappo spumante

Francesco Machina Grifeo

Il ministero dell'Istruzione e la compagnia assicurativa non devono risarcire l'insegnante colpita dal tappo di una bottiglia di spumante aperta dagli alunni di un liceo classico di Pesaro per festeggiare, durante l'orario di lezione, l'avvicinamento dell'esame di maturità. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, sentenza 749 del 15 gennaio, respingendo il ricorso della professoressa. Nel merito, la Corte di appello di Ancona nel rigettare l'impugnazione della docente, aveva affermato che la responsabilità del datore di lavoro sarebbe ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?