Civile

Il fumatore ammalatosi per il vizio non è risarcito perchè è stata una libera scelta

Giampaolo Piagnerelli

E' circostanza notoria che il fumo faccia male alla salute. Pertanto – spiega la Cassazione (sentenza 11272/18) – il soggetto che si ammala di tumore in funzione del vizio non può poi pretendere un risarcimento del danno. Richiesta che, nel caso concreto, un privato aveva indirizzato al ministero della Salute (per non aver impedito la vendita del prodotto nocivo) nonché alla ditta produttrice Philip Morris (per aver messo in commercio prodotti pericolosi per la salute). La vicenda ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?