Civile

Errori medici: la breve durata del fine vita non inibisce il riconoscimento del danno agli eredi del paziente

di Giovanni Ricci

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

La sentenza del Tribunale di Milano n. 2814 del 9 marzo scorso, riconosce, iure hereditatis ai discendenti di una persona deceduta in seguito a un episodio di medical malpractice, il risarcimento del danno da agonia del congiunto. Essa è rilevante sotto due distinti aspetti. In primo luogo, innovando rispetto alla consolidata prassi giurisprudenziale (che prende in considerazione periodi di tempo più lunghi), il provvedimento riconosce la risarcibilità del danno non patrimoniale da agonia laddove la stessa si era prolungata ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?