Civile

Avvocato responsabile se non si avvede dell’errata postergazione fallimentare

Giampaolo Piagnerelli

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

L'avvocato è responsabile se, in caso di fallimento di una società, non si accorga dell'errore commesso dal curatore fallimentare nel postergare il creditore ipotecario di primo grado a un altro che invece vantava nei confronti del soggetto fallito un'ipoteca di secondo grado. Lo chiarisce la Cassazione con la sentenza n. 13777/18. La vicenda - La Corte nel caso di specie ha rilevato come il professionista non avesse rilevato un errore, riscontrabile con l'uso dell'ordinaria diligenza da ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?