Civile

Crediti di aziende confiscate esigibili solo se c’è buona fede

di Giovanbattista Tona

I crediti delle aziende sequestrate o confiscate possono essere soddisfatti solo dopo il procedimento di verifica dinanzi al giudice delegato anche se derivano da rapporti di cui è stata autorizzata la prosecuzione. In ogni caso se il presupposto del credito si realizza dopo l’autorizzazione alla prosecuzione e risulta controverso, l’amministratore giudiziario non è tenuto a pagare se il creditore non lo sottopone a procedimento di verifica. Lo ha stabilito la Corte di Appello di Lecce con ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?