Civile

Concordato preventivo: sui pagamenti effettuati senza autorizzazione va dimostrata l'assenza di frode

di Mario Finocchiaro

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

In tema di concordato preventivo, i pagamenti eseguiti dall'imprenditore ammesso alla procedura ovvero gli atti di straordinaria amministrazione di cui all'art. 167 legge fallimentare, compiuti in difetto di autorizzazione del giudice delegato, comportano, ai sensi dell'art. 173, comma 3, legge fallimentare, la revoca della suddetta ammissione. Salvo però, spiega la Cassazione con la sentenza 16808/2019, che l'imprenditore ammesso alla procedura negoziale dimostri, nel conseguente giudizio di revoca ex art. 173 legge fallimentare, che tali atti (non assentiti giudizialmente) ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?