Civile

Non c’è donazione se si usa la rinuncia del diritto di opzione

di Angelo Busani

La rinuncia al diritto di opzione derivante da una deliberazione di aumento del capitale sociale non costituisce una donazione indiretta nel caso in cui il figlio del socio rinunciante, approfittando della rinuncia del genitore, sottoscriva l’aumento di capitale sociale a condizioni economicamente favorevoli. Lo ha deciso la Cassazione con l’ordinanza n. 15666/2019 (priva di precedenti in termini) nella quale è stato sancito che: è da qualificarsi come donazione nulla l’attribuzione di denaro fatta dal ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?