Civile

La definizione agevolata per danno erariale non esclude l’azione di ripetizione dell’ente

di Andrea Alberto Moramarco

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Il dirigente che ha percepito indebitamente delle somme oltre la sua indennità personale è tenuto a restituirle in toto all'ente di appartenenza. La circostanza che costui abbia optato per la definizione agevolata in sede di giudizio per responsabilità erariale non esclude la legittimità dell'azione civile dell'ente diretta al recupero di quanto percepito in eccesso. Questo è quanto si desume dalla sentenza della Sezione lavoro della Cassazione n. 28436, depositata ieri, secondo la quale la definizione agevolata non può costituire ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?