Civile

Cassazione: inammissibili i ricorsi farraginosi

di Patrizia Maciocchi

È inammissibile il ricorso scritto con parole tanto oscure da essere sconosciute anche ai giudici di legittimità. La Corte di cassazione, con la sentenza 9996, torna sull’annoso problema dei ricorsi incomprensibili. E punisce con l’inammissibilità, un ricorso la cui «irresolubile farraginosità» nell’esposizione dei fatti, impedisce alla Suprema corte di esaminarlo. Nel mirino dei giudici del Palazzaccio finisce un atto che aveva lo scopo, non raggiunto, di opporsi ad un decreto ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?