Penale

Diagnosi ritardata, specialista responsabile anche se la malattia è incurabile

Francesco Machina Grifeo

L'essere affetti da una malattia incurabile non è sufficiente a scriminare la condotta del medico che ritardi di molti mesi la corretta diagnosi. Anche il prolungamento della vita, di settimane o anni, è infatti un elemento che va preso in considerazione ai fini della valutazione della responsabilità penale (e civile) del medico. Lo ha stabilito la IV Sezione penale della Corte di cassazione, sentenza 50975 dell’8 novembre 2017, annullando con rinvio ai soli effetti civili, vista la prescrizione del ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?