Penale

Spese “pazze” dei consiglieri regionali, c'è il peculato

di Patrizia Maciocchi

Peculato per il consigliere regionale che utilizza i soldi pubblici per esigenze personali già coperte da altri compensi o indennità o usa una documentazione troppo generica per giustificare l’uso del denaro pubblico . Per la Cassazione (sentenza 53331) sono da considerare una “distrazione” non solo le spese “pazze” fatte da due consiglieri dell’Italia dei Valori (costituta parte civile) ma anche quelle che in teoria, sarebbero state collegate al ruolo svolto, come vitto, trasporti e alloggi. ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?