Penale

Imputabilità, il disturbo di personalità vale se c'è nesso causale con il reato

di Andrea Alberto Moramarco

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

In tema di imputabilità , il disturbo di personalità è processualmente rilevante solo se, da una parte, sia di consistenza, intensità e gravità tali da incidere sulla capacità d'intendere di volere; dall'altra, sussista un nesso di causalità tra il medesimo disturbo e la condotta penalmente rilevante posta in essere dal soggetto. Ad applicare la regola della rilevanza e dell'incidenza concreta della capacità di intendere e di volere in sede penale è la Corte d'appello di Taranto con la sentenza ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?