Eternit-bis: niente omicidio volontario senza certezze sulla “morte da amianto”
Penale

Eternit-bis: niente omicidio volontario senza certezze sulla “morte da amianto”

Giampaolo Piagnerelli

Nel procedimento Eternit-bis la Cassazione ha escluso l'omicidio volontario a carico dell'imputato Schmidheiny Stephan Ernst e, quindi, ha confermato il precedente verdetto di legittimità (sentenza n. 7941/15) che di fatto aveva decretato la prescrizione del disastro. I Supremi giudici (sentenza n. 21732/18) a tal proposito hanno dichiarato inammissibile la richiesta della Procura per il riconoscimento dell'imputazione ex articolo 434 cp (“Crollo di costruzioni o altri disastri dolosi”) a carico del responsabile della società Industria Eternit Casale Monferrato spa. ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?