Penale

Legge 231: se la misura interdittiva “cade”, appello dell'ente inammissibile solo con contraddittorio

di Patrizia Maciocchi

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

In caso di revoca delle misure interdittive per le azioni riparatorie messe in campo dall'ente in base alla 231/2001, il giudice non può considerare inammissibile l'appello cautelare senza contraddittorio. Le Sezioni unite, con la sentenza 51515, sbarrano la strada alla possibilità di dichiarare “de plano” l'inammissibilità dell'appello cautelare, perché la revoca della misura - nello specifico divieto di trattare con la Pa - in seguito a cauzione non fa venire meno l'interesse ad impugnare per verificare la fondatezza ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?