Penale

Niente colpa lieve per il medico del carcere che non trasferisce il detenuto anoressico in ospedale

di Patrizia Maciocchi

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

La salute del carcerato deve prevalere sulle logiche di prevenzione. Per questo non può invocare la colpa lieve prevista dalla legge Balduzzi il medico del carcere che non si attiva per far trasferire il carcerato anoressico in una struttura esterna, malgrado l'evidente e costante calo di peso e l'inefficacia delle cure. La Corte di cassazione, con la sentenza 58363del 28 dicembre scorso, respinge il ricorso del camice bianco che aveva in cura un detenuto, morto per anoressia senza che ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?