Penale

Sospensione condizionale, rifiuto non ricorribile se il beneficio non è stato richiesto

Francesco Machina Grifeo

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Il giudice di appello è obbligato a motivare le ragioni per cui, pur in presenza dei presupposti di legge, non ha concesso d'ufficio il beneficio della sospensione condizionale della pena. Lo hanno chiarito le Sezioni unite, sentenza n. 22533 del 22 maggio, risolvendo un conflitto giurisprudenziale. I giudici di legittimità però hanno anche stabilito che l'imputato non può ricorrere in Cassazione contro la mancata e non motivata applicazione della sospensione condizionale se non l'ha richiesta espressamente nel giudizio di ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?