Penale

La tracciabilità non evita il reato di autoriciclaggio

di Eleonora Alampi e Valerio Vallefuoco

La Cassazione definisce i contorni del reato di autoriciclaggio con particolare riferimenti all’ostacolo concreto ovvero al concreto nascondimento richiesto dalla norma per integrare la condotta del reato. Integra il reato di autoriciclaggio la vendita di diamanti a prezzi maggiorati ove il profitto venga reinvestito nell’acquisto di nuove pietre, senza che la tracciabilità dei passaggi possa escludere la sussistenza del reato. Si può così compendiare il principio di diritto contenuto nella sentenza 37606/2019, con la quale la Corte di Cassazione ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?