Il condominio parziale e le spese di ristrutturazione

LA DOMANDA Un condominio è formato da quattro edifici affiancati in linea, approssimativamente schematizzabili con quattro quadrati di 10 metri di lato. I previsti lavori di ristrutturazione della facciata interessano i tre lati dei due edifici di testa, e solo due lati dei due edifici centrali, per effetto dell'affiancamento. Poiché ciascun edificio ha separati e autonomi gli ingressi, le scale, gli ascensori, e gli allacciamenti elettrici, idrici e di riscaldamento (centrale, con tutti i radiatori provvisti di valvole termostatiche e di contabilizzatori di calore), è corretto far riferimento al condominio parziale? Sono comuni la guardiola della portineria, la centrale termica e i box sotterranei, il giardino condominiale, elementi non legati alla ristrutturazione della facciata. Viene proposta l'attribuzione del 60% della spesa totale ai due edifici di testa, e il 40% ai due edifici centrali, in base alle effettive superfici lavorate.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?