Il convivente non ha lo stesso potere dei comproprietari

LA DOMANDA Se Tizio e Caio, in parti uguali, in comune tra loro e pro indiviso, godono della piena proprietà di un immobile, credo sia consentito apportare modifiche e migliorie al suddetto immobile solo con il consenso di entrambi (una volta acquisiti tutti i permessi del caso). Tuttavia, se una terza persona - Sempronio - convive sotto lo stesso tetto di Tizio e Caio, ha diritto di voto pari agli altri?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?