Cinghia dell'auto: l'indicazione di cambio non è la garanzia

LA DOMANDA L’autovettura in mio possesso riporta sul libretto di manutenzione e garanzia l’indicazione di effettuare il cambio della cinghia entro 10 anni o 180.000 km.Premesso che ho sempre effettuato i tagliandi ogni 20.000 km come previsto, la cinghia mi si è rotta dopo sette anni e 177mila km causandomi quindi un danno molto maggiore che se l’avessi cambiata normalmente. Volendo chiedere i danni della differenza, danni vanno chiesti al concessionario che mi ha venduto l’auto o al produttore? E in base a quale norma al fine di decidere presso quale giudice di pace agire?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?