Valido l'invio alla Pec anche se non indicato nel regolamento

LA DOMANDA In un condominio, per regolamento contrattuale risalente a circa 20 anni fa, è stato stabilito che le convocazioni assembleari devono avvenire a mezzo raccomandata. Un condomino si fa inviare l'avviso tramite Pec e viene tenuto esente da queste spese postali. L'amministratore può inviargli l'avviso in questo modo, anche se il regolamento contrattuale prevede diversamente? A causa di disguidi relativi alla sua casella di posta certificata, oltretutto, questo condomino ha ricevuto in ritardo l'avviso di convocazione assembleare e, per impegni presi precedentemente, non ha partecipato all'assemblea determinandone la mancata costituzione del numero legale.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?