L'incremento lavori interni e l'effetto sugli Isa

LA DOMANDA Una società di costruzioni ha iscritto tra le rimanenze, come bene merce, un fabbricato commerciale acquistato nel 2011, su cui ha fatto diversi interventi di ristrutturazione. Nel 2018 tale immobile viene locato e si decide di spostarlo nelle immobilizzazioni materiali, utilizzando come conto in avere "incrementi di immobilizzazioni per lavori interni". Ai fini Isa, questa voce di ricavo comporta un notevole peggioramento del risultato. È corretto il comportamento adottato?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?