Da hotel a case: prezzo-valore se i lavori sono già eseguiti

LA DOMANDA Il proprietario di un albergo (categoria D/2) presenta al Comune un'istanza, in base alla legge 106/2011, e ottiene una delibera con deroga al cambio di destinazione in residenziale e la contemporanea approvazione di un progetto per realizzare otto appartamenti, che l'acquirente del bene, anch'esso privato, vorrà realizzare dopo l'acquisto. Prima del rogito è possibile inserire al catasto e attribuire alle future unità di categoria A una rendita provvisoria? In tal caso, l'acquirente potrà liquidare l'imposta di registro con il prezzo-valore? Oppure l'immobile, non più alberghiero, dovrà comunque essere ceduto con imposta proporzionale e con possibile futuro accertamento da parte delle entrate?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?